venerdì 30 marzo 2012

Donazione di organi: Dichiarazione di volontà

COME FUNZIONA OGGI IL SISTEMA DELLE DICHIARAZIONI
A tutti i cittadini italiani è offerta la possibilità di dichiarare la propria volontà in materia di donazione di organi e tessuti dopo la morte.
In Italia si applica, infatti, il principio del consenso o dissenso esplicito.

COME DICHIARARE LA VOLONTÀ SULLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI?
Le modalità previste dalla legge ad oggi.

I cittadini maggiorenni che intendono esprimere la loro volontà possono farlo:
 compilando e firmando un modulo presso la ASL di appartenenza. In questo caso la volontà è registrata nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), accessibile in tempo reale dai medici del coordinamento trapianti in caso di possibile donazione. La riservatezza dei dati registrati nel SIT è garantita ai sensi del Dlgs. 196/2003;

 scrivendo su un foglio libero la propria volontà, indicando i dati personali e apponendovi la data e la propria firma. Anche in questo caso, è necessario che questa dichiarazione venga portata sempre con sé.
 firmando l’Atto Olografo dell’Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO). Grazie ad una convenzione del 2008 tra il Centro Nazionale Trapianti e l’AIDO, queste dichiarazioni confluiscono nel SIT;

 compilando e firmando il tesserino blu del Ministero della Salute o le tessere delle Associazioni di settore. Questa tessera deve essere custodita insieme ai documenti personali;
Queste modalità sono tutte pienamente valide ai sensi di legge. Nel caso in cui un cittadino abbia sottoscritto più di una dichiarazione di volontà, fa fede l’ultima versione in ordine di tempo.

COSA SUCCEDE SE UN CITTADINO NON SI È ESPRESSO IN TEMA DI DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI?
n questo caso, il prelievo è consentito solo se i familiari aventi diritto (coniuge non separato, convivente more uxorio, figli maggiorenni, genitori, rappresentante legale) non si oppongono alla donazione. L’informazione ai familiari sull’attivazione della procedura di accertamento di morte con criteri neurologici è obbligatoria.

Nessun commento: